Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Previsioni Abruzzovenerdì 4 settembre

Previsioni Meteo Italia

    • Sull'Italia è in atto il primo, vero peggioramento dell'autunno. La si può considerare un'ondata di maltempo tipica d'inizio stagione, caratterizzata infatti da tantissimi temporali e un robusto abbassamento delle temperature per la persistenza di nubi e fenomeni.

      Ma le temperature diminuiranno ancor di più da domenica, quando da est arriverà aria assai fresca che affluirà lungo tutto lo Stivale ponendo fine - definitivamente - all'ultima ondata di calore dell'estate.

      Il meteo sabato 05 Settembre
      Ci aspettiamo un ulteriore peggioramento nelle regioni centro settentrionali, laddove si abbatteranno temporali davvero intensi tanto che localmente saranno possibili nubifragi, grandinate e colpi di vento. Tra le regioni più a rischio segnaliamo Lazio, Umbria, bassa Toscana, Campania, Marche e regioni settentrionali. Migliora in Sardegna, mentre su gran parte del Sud prevediamo condizioni di caldo intenso con temperature massime che localmente potrebbero sfiorare 40°C (specie in Sicilia e Puglia).

      Domenica irromperà l'aria fresca
      Detto che le condizioni meteo registreranno un generale miglioramento, subentrerà aria assai fresca da est che farà calare abbondantemente le temperature. Anche al Sud. Per quanto riguarda la nuvolosità segnaliamo della variabilità lungo le adriatiche, con possibilità di qualche pioggia e probabili temporali tra Calabria ionica e Sicilia orientale.



      Il meteo a inizio settimana
      L'aria fresca continuerà a propagarsi sul nostro Paese, facendo diminuire ulteriormente e sensibilmente le temperature. Lunedì saranno possibili locali annuvolamenti sulle Adriatiche, annessi a qualche pioggia qua e là - possibili dei temporali anche sulla Sicilia orientale - mentre altrove prevalenza di cieli sereni o poco nuvolosi.

      Da martedì potrebbe realizzarsi un severo peggioramento tra le due Isole Maggiori, in successiva estensione al Sud. Situazione che verrà monitorata con estrema attenzione perché potrebbe riservare precipitazioni fin troppo violente a carattere localmente alluvionale. Ma ci torneremo.