Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Nel weekend apice del caldo, ma anche altri forti temporali su Centro Nord

Prossimi giorni

L'Alta Pressione è in parte disturbata dagli sbuffi instabili provenienti da ovest, che facilitano precipitazioni spesso temporalesche al Centro Nord. L'ondata di caldo sta per raggiungere il top e si farà sentire maggiormente tra le due Isole Maggiori e le regioni del Sud.

Previsioni Italiasabato 20 settembre

  • Città
  • Tempo
  • T.Min
  • T.Max

Previsioni meteo altre località

Previsioni Meteo Italia

    • Abbiamo affrontato, approfonditamente, le cause che hanno innescato l'attuale scenario meteorologico. L'Alta Pressione africana è ben presente, eppure al di là del caldo che localmente si fa davvero sentire - non scordiamoci che siamo giunti quasi a fine settembre - la nuvolosità la fa spesso da padrona. Non solo. Su alcune regioni permangono dei disturbi instabili in forma di rovesci temporaleschi.

      Tali disturbi sono incentivati dall'intrusione d'aria umida da ovest, a sua volta associabile al Vortice di Bassa Pressione portatosi sulla Francia. Un Vortice che dovremo tenere sott'occhio, perché nel corso della prossima settimana dovrebbe riuscire ad indurre un indebolimento dell'Alta Pressione e un conseguente peggioramento.

      Il tempo sabato 20 settembre
      Le condizioni meteorologiche non si discosteranno da quanto sta accadendo oggi. Persisteranno dei temporali, localmente consistenti, sul Levante Ligure, in Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo ed interne Laziali. Attenzione perché nelle prime ore del mattino potrebbero esserci dei fenomeni più diffusi sul Centro Italia e rovesci molto vivaci sulla parte est dell'Emilia Romagna. Poi, al pomeriggio, qualche disturbo temporalesco potrebbe apparire fugacemente anche al Sud e sulle Alpi. C'è da dire che comunque avremo un clima decisamente estivo, specie su Isole Maggiori e regioni Meridionali, con picchi di 35°C in alcune città. Caldo che si percepirà anche al Centro, un po' meno al Nord, ma l'afa farà il resto.



      Domenica 21 settembre
      In genere prevarranno condizioni di bel tempo, anche se come avvenuto per gran parte della settimana non mancheranno velature e locali consistenti annuvolamenti. Calerà la probabilità di fenomeni, che tuttavia persisteranno in Toscana, Levante Ligure, Appennino emiliano-romagnolo, Alpi e più sporadicamente sui rilievi del Sud Italia. Il caldo diminuirà in Sardegna, mentre insisterà tra Sicilia e regioni del Sud. Atteso un vivace rialzo termico anche su regioni del Nord, ovest soprattutto.

      Il meteo ad inizio settimana
      Lunedì sarà una giornata da tenere d'occhio perché degli spifferi freschi da est potrebbero produrre un peggioramento temporalesco piuttosto incisivo nelle regioni orientali e quindi lungo il versante adriatico. Ciò non toglie che potrebbero esserci degli sconfinamenti anche sulle tirreniche, specie in Toscana. L'ondata di caldo registrerà una sostanziale riduzione, perché le temperature inizieranno a calare in modo sostanzioso.

      Da martedì, invece, crescenti apporti instabili sul basso Mediterraneo potrebbero provocare un peggioramento a partire dalle due Isole Maggiori, in successiva estensione e intensificazione al Sud. Ipotesi da confermare, ma da tenere sotto stretta sorveglianza.