Meteo News - Focus Meteo

Caldo tropicale soprattutto al Nord, nebbia al Centro. Dietro l’angolo temporali e grandine

I temporali delle ultime 36/48 ore che si sono avuti in Europa occidentale si sono sviluppati in regioni interessate dall'ondata di calore di cui parliamo da giorni. Ci sono stati temporali con grandine, nubifragi, trombe d'aria, raffiche violentissime di vento e danni.

Ma il caldo è divenuto imponente soprattutto in Italia del Nord, dove stanotte la calura è stata rilevante.
In Val Padana solo in campagna e distante dai centri urbani ci sono state temperature minime vicine, ma superiori ai 20°C. Nei centri urbani si è faticato a scendere sotto la soglia di 25°C, mentre i 20°C hanno tenuto sino a 700/800 metri di quota, e a 1500 si sono avute minime diffusamente sui 15°C.

Caldo meno rilevante è quello che si osserva al Centro Italia, dove l'invasione di aria calda e umida ha prodotto nebbie costiere ed in varie località di pianura come l'area attorno a Roma. Ancor meno rilevante è la calura che si osserva al Sud Italia, anche se complessivamente siamo ovunque sopra la media stagionale.

Ma oggi faranno notizia i temporali che ci saranno nel Nord Italia. Temporali che non saranno diffusi, perché lo rammentiamo ancora, siamo d'Estate ed il maltempo viene a macchia di leopardo, solo in alcune circostanze si estende ad aree ampie e persiste con piogge per 24 ore.

I temporali che sono previsti nelle regioni del Nord potrebbero risultare di forte intensità e accompagnati da grandine. E le aree a maggiori rischio saranno la Valle d'Aosta orientale, il Piemonte centro settentrionale, tutta la Lombardia ad eccezione delle Alpi, ma invece ci saranno dentro il rischio eventi meteo estremi le Prealpi.
Forti temporali si potranno avere in Trentino Alto Adige, ma soprattutto nel Veneto, dalla pedemontana sino alla zona di Venezia, e poi in Friuli.

Stesso copione lo avremo anche domani, quando come oggi, con il riscaldamento diurno delle terre emerse si innescheranno altri temporali, sempre nelle stesse zone, ma alcuni potrebbero spingersi verso l'area dell'Appennino centrale.

Ma il clima volgerà verso un parziale cambiamento. Infatti avremo un refrigerio verso il fine settimana, ma con temperature da fortemente sopra la media a superiori alla norma.

Insomma, per le anomalie climatiche non c'è fine.

Redazione Tempo Italia

14 giugno 2017 - ore 08:52