Meteo News - Editoriali

Centro e Sud Italia, stagione delle piogge azzerata: vigilia di siccità e calura

Nella foto, immagini dalla Sardegna, scatto di qualche giorno fa ad Ozieri (Sassari), di Antonio Brundu. Si osservino i prati aridi, ma anche un doppio arcobaleno mentre transitava un debole piovasco.

Gli indicatori climatici e soprattutto la stagionalità ci indirizzano a dare sempre più bassa per il Centro e Sud Italia, le Isole Maggiori, la possibilità di avere piogge che plachino il deficit pluviometrico.

Nelle prossime settimana ci potranno essere temporali, anche nubifragi nelle regioni appenniniche, occasionali temporali sino alle coste, ma quella che ci avviamo a vivere è la stagione della siccità per il Sud e le Isole, e delle scarse piogge per il Centro, sino alla Liguria e più a nord l'Emilia Romagna. E' una condizione che è tipica del clima mediterraneo.

Per altro, abbastanza precocemente si sono viste intense ondate di caldo, con temperatura che in Sicilia ha raggiunto in alcune località già in Maggio i +38°C. E nuove se ne potrebbero vedere alla fine del mese.

E mentre avviene tutto questo in Scandinavia nevica, e nei settori più settentrionali si registrano nevicate da record quale segnale degli eccessi del nuovo clima.

Ma torniamo alla meteo di casa nostra: il deficit pluviometrico per varie regioni italiane è consistente, tanto che i prati sono ingialliti da fine Aprile come pochi a memoria d'uomo rammentano.

La penuria di pioggia si fa sentire moltissimo in quelle aree dove sono mancate le piogge autunnali, poi quelle invernali e poi quelle primaverili.

Alla fine dei conti, per varie aree d'Italia si rischiano 12 mesi di siccità, e ciò è un evento climatico importante, che cagionerà danni all'agricoltura, nonostante le ampie possibilità offerte dall'irrigazione.

Redazione Tempo Italia

17 maggio 2017 - ore 11:15