Meteo News - Focus Meteo

La Primavera si congela: meteo estremizzato dalla previsione di una nuova ondata di freddo

Questi giorni in Europa si sta compiendo una robusta ondata di freddo, con ingenti nevicate che si sono avute nelle pianure dell'Europa centro orientale.

La neve è caduta in quasi tutta la Svizzera, eccetto il Canton Ticino ed in Germania. Mentre ieri e stanotte, una tempesta di neve ha interessato quasi tutta l'Austria, le Repubbliche Ceca e Slovacca, la Slovenia, la Croazia, la Serbia, la Romania, La Polonia, la Bulgaria e poi anche la Russia occidentale e l'Ucraina.

È notizia degli scorsi giorni: in Scandinava è stata vissuta la Pasqua più fredda da almeno 20 anni. Un'ondata di gelo e neve ragguardevole ha interessato la Svezia.

In Italia il freddo, come spesso succede, ci interessa a macchia di leopardo. E come annunciano i bollettini meteo, avremo nuove gelate la prossima notte, poi avremo un rapido aumento della temperatura.

Ma le previsioni meteo per l'Europa e parte d'Italia non sono affatto buone: dopo il miglioramento che avremo in Italia nel fine settimana, la prossima settimana, una vigorosa irruzione di ari artica si porterà rapida verso le Isole Britanniche, poi la Francia ed il Nord Italia, dove sono attese severe condizioni di maltempo.

Nella regione alpina, forse sino ai 1000 metri, si potrebbero avere anche forti nevicate come mai viste in tutto l'Inverno. A questo punto, però il condizionale è d'obbligo perché si parla ormai di previsioni meteo oltre le 144 ore.

La nuova irruzione di aria fredda porterà la neve in molte località delle Isole Britanniche, così come in Francia e di nuovo in Svizzera, ma stavolta con precipitazioni abbondanti.

La causa di tutto questo è il Vortice Polare che sta trasformando la sua circolazione atmosferica verso quella che sarà poi più tipica del semestre caldo, ed in questa fase può inviare importanti masse d'aria fredda verso sud, anche verso latitudini medio basse.
Tali eventi, tuttavia, non sono così consueti in questo periodo, anche se li abbiamo avuti l'anno scorso a cavallo del fine settimana del 25 Aprile, e poi anche nei primi di Maggio. Ma quest'anno gli impulsi di aria fredda sono di maggiore consistenza, e hanno caratteristiche invernali.

Mappa derivante dai modelli matematici che illustrano una nuova irruzione di aria fredda di origine artica.

Mappa derivante dai modelli matematici che illustrano una nuova irruzione di aria fredda di origine artica.

Redazione Tempo Italia

20 aprile 2017 - ore 18:36