Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Meteo News (Buongiorno Italia)

Risveglio sotto la neve per il nord, piove sulle regioni tirreniche

Il ritorno dell'Atlantico è coinciso col ritorno delle nevicate diffuse e copiose nelle regioni settentrionali. Precipitazioni nevose generate dallo sovrascorrimento dell'aria umida e instabile sul cuscino d'aria gelida.

Cuneo, come tante altre città del nord, si è rifatta il trucco natalizio. La neve, che ora non cade più come stanotte, ha ricoperto tutto. Fonte webcam www.comune.cuneo.gov.it

Ivan Gaddari

14 dicembre 2012 - ore 08:12

Nevica a Torino, Cuneo, Aosta, Milano, Bergamo, Piacenza. Neve anche a Padova e su Verona, persino a Genova e Savona. La previsione della vigilia è andata in porto, ora la situazione si complica ulteriormente perché dopo una temporanea attenuazione delle precipitazioni, dal tardo pomeriggio è atteso il passaggio di un secondo fronte perturbato. Le precipitazioni si intensificheranno rapidamente e non è escluso che temperature prossime allo zero possano reggere nei bassi strati, generando ulteriori nevicate.

Sicuramente nevicherà ancora sui fondivalle alpini, dal Piemonte sino all'Alto Adige. Quasi certamente assisteremo a sfiocchettate nel Cuneese, su Torino e nel Novarese, ma va detto che soprattutto la zona sudoccidentale del territorio piemontese - considerando la circolazione da ovest che prenderà il sopravvento - dovrebbe restare in ombra.

Per quanto riguarda la Lombardia, ci aspettiamo ulteriori nevicate a quote collinari su tutte le Alpi e le Prealpi, con sconfinamenti nelle valli valtellinesi, valdostane e nella zona dei Laghi. Da non escludere altre nevicate su ovest Milanese e nel Varesotto, mentre più ad est assisteremo ad un aumento della temperatura che dovrebbe tramutare la neve in pioggia. Piogge che investiranno le pianure del nordest e l'Emilia Romagna, dove il rialzo termico sarà più accentuato. Ciò nonostante continuerà a nevicare su Alpi e Prealpi, in genere al di sotto dei 1000 metri.

Procedendo verso il centro sud, segnaliamo piogge nelle regioni tirreniche - dalla Toscana alla Campania - e nelle Marche. Fenomeni che continueranno a manifestarsi nell'arco dell'intera giornata e non escludiamo dei temporali. La probabilità sarà più alta tra il basso Lazio, la Campania e le regioni ioniche. Quindi tra Calabria, Lucania e la Puglia Salentina. Verso sera un nuovo, più incisivo peggioramento raggiungerà le Province settentrionali toscane, mentre pioviggini si manifesteranno sul settore ovest della Sardegna.

Per quanto riguarda la quota neve, ci aspettiamo un netto rialzo coincidente con l'altrettanto significativo rialzo termico. Entro fine giornata si sarà portata attorno ai 1800/2000 metri. Il vento di Scirocco lascerà strada al Libeccio, che da stasera inizierà a soffiare con intensità moderata. Raffiche più forti coinvolgeranno i crinali alpini e il Mar Ligure.