Maltempo al Centro-Sud. Torna il sole nel weekend delle Palme, ma sarà solo una tregua

EVOLUZIONE METEO SINO AL 22 MARZO
Condizioni meteo ancora perturbate su gran parte d’Italia, a causa un vortice ciclonico generato proprio dall’irruzione fredda da est. Freddo e neve hanno colpito principalmente il Nord Italia, ma ora si andranno affievolendo. Il grosso del maltempo si va concentrando al Centro-Sud e sulle regioni joniche insistono in questa fase i fenomeni più intensi, a causa dei contrasti fra l’aria fredda e quella ben più temperata afromediterranea. Bisognerà attendere il fine settimana per un miglioramento più convincente su gran parte della Penisola, a causa del possibile ingresso dell’anticiclone.

La tregua del bel tempo, accompagnata anche da un vistoso rialzo termico, non sembra in grado d’affermarsi in modo duraturo, tanto che nuove sorprese perturbate, ancora invernali, potrebbero scombussolare il meteo nella settimana che ci porterà verso Pasqua, fin dalla giornata di martedì 22 marzo. L’inverno sta davvero tentando una riscossa in extremis, fuori tempo massimo, con ulteriori colate artiche tutte da seguire. Ed è tutt’altro da escludere che anche la Pasqua possa riservare scenari freddi e perturbati. Capita peraltro sovente, ancor più quando la Pasqua è a fine marzo.

VEDIAMO IN DETTAGLIO IL BOLLETTINO METEO
Giornata odierna che vedrà protagonista il forte maltempo sulle regioni più meridionali. Da segnalare possibilità di forti temporali o localmente persino nubifragi sui versanti jonici, inizialmente della Calabria ma poi anche su Lucania e Puglia. Sarà una giornata perturbata anche lungo le Adriatiche, con piogge persistenti deboli o moderate. Variabilità sulle restanti zone del Centro-Sud e Sardegna, con forti acquazzoni specie al pomeriggio. Residue precipitazioni anche al Nord, specie su ovest Piemonte ed Emilia con occasionali nevicate fino in collina.

Il freddo si affievolirà, con l’irruzione russa che andrà sfilando ad ovest. Condizioni meteo fortemente instabili anche venerdì, sebbene il grosso dei fenomeni si andrà ulteriormente concentrando tra l’Abruzzo e le regioni più meridionali. Nei giorni del fine settimana tornerà ad affermarsi in modo più convincente il bel tempo, con solo residui fenomeni al Meridione. Avremo un assaggio di primavera e pertanto avremo un generale rialzo termico un po’ ovunque, specie sul Settentrione dove sarà più efficace il soleggiamento.

Rialzo termico che dovrebbe ulteriormente accentuarsi ad inizio settimana, soprattutto tra Sud ed Isole Maggiori, per la rimonta di correnti nord-africane, tanto che le temperature potrebbero schizzare con picchi persino oltre i 25 gradi. La parentesi invernale andrà quindi definitivamente ad affievolirsi, ma la fase di bel tempo non sembra affatto destinata a durare. Il caldo andrà infatti a precedere un nuovo peggioramento già prima di metà settimana e che dovrebbe essere accompagnato da un nuovo calo di temperature, probabilmente anche marcato e con ritorno a condizioni più invernali.

PREVISIONI METEO LUNGO TERMINE, IN BREVE
Resta elevata la possibilità di una seconda parte di marzo con forte variabilità: non escludiamo che le perturbazioni possano richiamare altre irruzioni fredde artiche. Rischio quindi di nuovo maltempo a ridosso di Pasqua, sebbene le festività potrebbero essere salvate dal ritorno dell’alta pressione.

Rammentiamo che il trend a lungo termine va inteso espressamente come linea di tendenza solo generale, che può tuttavia subire stravolgimenti anche importanti.

Exit mobile version