Meteo Italia all’8 luglio: forte CALDO, anche eccezionale

Scenari africani confermati


POSSIBILE EVOLUZIONE METEO A 15 GIORNI

Quando si ha a che fare con l’Anticiclone Africano, è risaputo, eventuali tentativi depressionari risultano sovente inefficaci. Nei giorni scorsi avevamo messo in risalto alcune novità meteo climatiche, novità orientate sull’eventuale cedimento della struttura anticiclonica che se confermata avrebbe spalancato le porte al primo stop dell’Estate 2021.

Advertising
Advertising

 

Le ultimissime emissioni dei modelli matematici tornano sui loro passi, dando nuovamente peso all’Alta Africana e protraendo il gran caldo sino al termine della prima decade di luglio. Resta in piedi la “variante” goccia fredda, che mentre sino a qualche giorno fa veniva presa in considerazione dal modello europeo ECMWF, attualmente viene contemplata dal collega americano GFS. Ipotesi al momento minoritaria, giusto dirlo.

 

Il meteo verso l’8 luglio

IL METEO A BREVE TERMINE

Giusto però focalizzare l’attenzione sul breve termine perché gli spifferi d’aria fresca oceanica continuano a ridurre il potenziale anticiclonico nelle regioni del Nord, laddove gli effetti in termini di instabilità atmosferica potrebbero essere eclatanti.

 

Ci aspettiamo ulteriori temporali, fenomeni che in virtù dei contrasti termici potrebbero risultare davvero violenti. Nella prima metà della prossima settimana l’instabilità atmosferica potrebbe espandersi localmente lungo la dorsale appenninica, con temporali prevalentemente pomeridiani.

 

A livello termico avremo una lieve contrazione delle temperature al Centro Sud e nelle due Isole Maggiori, ma continuerà a far caldo. Al Nord, invece, la diminuzione termica sarà più incisiva.

 

IPOTESI CANICOLA PERSISTENTE, OPPURE NO

Riprendendo quanto scritto in apertura dobbiamo dirvi l’eventuale isolamento di una struttura ciclonica secondaria – alias goccia fredda – sull’Europa occidentale potrebbe avere effetti diametralmente opposti. Sulla traiettoria di strutture depressionarie di questo tipo bisogna aggiornarsi costantemente perché potrebbe cambiare da un momento all’altro.

 

Se dovesse puntare l’Europa occidentale o ancor peggio sudoccidentale ecco che aria rovente sahariana continuerebbe ad affluire massicciamente sulle nostre regioni e la canicola potrebbe continuare senza particolari intoppi diventando ancor più eccezionale. Si rischierebbe, a quel punto, un’ondata di calore davvero eccezionale come entità e persistenza.

 

Se invece dovesse traslare verso est, ecco che il primo stop d’Estate verrebbe servito su un piatto d’argento e si tratterebbe di uno stop roboante. I contrasti termici porterebbero fenomeni particolarmente violenti e un vero e proprio tracollo delle temperature.

IN CONCLUSIONE

Estate africana, c’è poco da dire, Estate che tra l’altro sembra voler proseguire sui binari del caldo estremo. La speranza, a questo punto, è che almeno dal punto di vista termico possa subentrare qualche novità.

Rammentiamo che le previsioni meteo con validità sino a 5 giorni hanno una maggiore affidabilità, mentre questa decresce man mano che ci allontaniamo nel tempo.