ANTICICLONE AFRICANO: il meteo di Capodanno, sino all’Epifania

Non buone notizie per l'Inverno



evoluzione meteo
Evoluzione meteo.

PREMESSA

Lo scenario meteo climatico che stiamo per descrivere non ha nulla a che vedere con l’Inverno. Ovviamente stiamo parlando dell’arrivo dell’Anticiclone Africano, ampiamente confermato da tutti i principali modelli matematici.

 

Anticiclone che prenderà il sopravvento non soltanto sul Mediterraneo, riuscirà a spingersi a nord delle Alpi inglobando mezza Europa. La domanda che si pone, giustamente, è la seguente: quanto durerà? I centri di calcolo internazionali stanno provando a ipotizzare una data, ma non è semplice. A quanto pare rischiamo di dover parlare di anomalie termiche impressionanti sino all’Epifania. Una decina di giorni quindi.

 

Attorno alla Befana potrebbero subentrare dei cambiamenti, in particolare una ricollocazione dell’Alta Pressione stessa che potrebbe traslare verso ovest e da lì dirigersi verso nord. Tale manovra, facile intuirlo, potrebbe favorire lo scivolamento di aria fredda verso sud e il Mediterraneo centro orientale potrebbe rappresentare uno degli obbiettivi principali.

 

METEO A BREVE TERMINE

In queste ore stiamo affrontando un nuovo peggioramento, coadiuvato dal passaggio di una perturbazione di matrice atlantica. Perturbazione che scivolerà rapidamente verso sudest, abbandonando nel nostre regioni già martedì sera. Nel frattempo avremo delle piogge localmente intense, specie sulle tirreniche centro meridionali e tra le due Isole Maggiori.

 

Inizialmente avremo qualche sconfinamento verso le adriatiche e il Nordest, mentre sulle Alpi ci aspettiamo copiose nevicate ma a quote medio alte. Nevicate che proseguiranno sino a giovedì, dopodiché il miglioramento prenderà piede anche lungo l’arco alpino.

 

Miglioramento che, facile intuirlo, sarà guidato dal graduale consolidamento dell’Anticiclone Africano. Consolidamento che ci metterà di fronte a un periodo di stabilità atmosferica ma soprattutto a un fortissimo rialzo delle temperature. Parliamo di qualcosa come 8-10°C in più rispetto alle medie climatiche di riferimento.

 

METEO A LUNGO TERMINE

Detto che durante la giornata di Capodanno e per gran parte della prima settimana del 2022 avremo condizioni meteo climatiche fortemente anticicloniche, la Befana potrebbe proporci le prime variazioni bariche. L’Alta Pressione potrebbe spostarsi verso ovest, indirizzando la propria attenzione verso l’Europa occidentale e le Isole Britanniche.

 

Se così fosse aria fredda artica potrebbe riprendere ad affluire verso sud, puntando con decisione il Mediterraneo centro orientale e quindi anche le nostre regioni. Ovviamente si tratta di ipotesi e in quanto tali andranno supportate da ulteriori conferme.

 

IN CONCLUSIONE

Per il momento registriamo una battuta d’arresto dell’Inverno, soprattutto del freddo che per circa una decina di giorni se ne rimarrà ben lontano dalle nostre regioni. Lo snodo cruciale potrebbe essere rappresentato dall’Epifania e avremo modo di riparlarne.


Exit mobile version