Siccità STOP con le piogge abbondanti anche in Italia

Attesa per l'Autunno e il ritorno delle piogge. Analisi climatica stagionale


È tornato il caldo intensissimo. L’Italia è interessata quinta onda di calore della stagione e le temperature raggiungono facilmente picchi fino a 40°C anche in località non soggette, tipicamente, a simili valori.

Advertising
Advertising

 

Più del caldo, l’aspetto preoccupante è la perdurante siccità. I maggiori effetti del clima caldo e secco, con piogge che mancano da mesi, li abbiamo sul Nord Italia.

 

Con l’aiuto delle ultime informazioni emesse dal Centro Meteo Europeo (ECMWF) e dall’americano NCEP, proveremo ancora una volta a tracciare una linea di tendenza per capire quando potrebbe piovere e quando inizieranno a scendere le temperature.

 

Iniziamo dall’indice di comportamento del clima noto come La Niña. Il National Weather Service (ufficio previsionale della NOAA), nella sua periodica analisi, indica che La Niña sarà presente per tutto il prossimo Inverno.

 

La Niña, di solito, porta inverni freddi in Europa, ma a seconda della posizione che assume e delle sue oscillazioni, può anche portare condizioni climatiche opposte.

 

In Europa, siccità e caldo sono favoriti dall’Anticiclone delle Azzorre che devia le perturbazioni oceaniche verso nord, mentre l’Anticiclone nordafricano si impossessa del Mediterraneo. Questa posizione dell’anticiclone oceanico, d’Inverno e in parte delle stagioni intermedie, sbarra la via alle perturbazioni atlantiche che portano le precipitazioni.

 

Fintanto che la Corrente a Getto d’alta quota sarà deviata dall’Anticiclone delle Azzorre, in Europa il regime pluviometrico persisterà ad essere caratterizzato da anomalie.

 

Il Centro Meteo Europeo (ECMWF) e l’americano NCEP prevedono, nelle loro proiezioni meteo-climatiche stagionali, un abbassamento del flusso perturbato oceanico, ma in Settembre ancora poco pronunciato. Soltanto in Ottobre e Novembre, anche con il contributo delle calde acque del Mar Mediterraneo, avremo una maggiore diffusione delle piogge.

 

Già in Agosto ci sarà una ripresa delle piogge su Alpi, Prealpi e pianure del Nord, ma le precipitazioni rimarranno sotto la media. A Settembre ci sarà il ritorno dei temporali marittimi, che interesseranno le regioni che si affacciano sul mare dove non si possono escludere locali nubifragi.

A Ottobre ci saranno piogge oltre la media sulle regioni tirreniche, nella media in Sardegna e sul Nord Ovest. A Novembre avremo piogge ingenti, che probabilmente causeranno la fine della siccità.

 

Abbiamo tracciato un’evoluzione stagionale che non è da intendersi come previsione puntuale, ma come linea di tendenza sul clima che più probabilmente avremo nei prossimi mesi.

Exit mobile version