Meteo News - Editoriali

Estremi meteo: dopo la siccità, la pioggia, ma sopratutto rischio nubifragi

Sta arrivando la pioggia tanto desiderata e tanto necessaria, dopo un ottobre di secca straordinaria. Ora le auspicate piogge dovrebbero dare quella boccata d'ossigeno per alleviare la siccità che, per molte zone d'Italia, si protrae da svariati mesi. La perturbazione in arrivo si preannuncia molto intensa, con le ultime elaborazioni meteo che mostrano fenomeni più "cattivi".

Cosa significa tutto questo? Semplice, vuol dire che pioverà tanto, in abbondanza e localmente anche con troppa acqua concentrata in breve tempo. Avremo insomma diluvi e rischi di locali nubifragi. Non è certo ideale avere a che fare con forte maltempo dopo una persistente fase siccitosa. Le campagne sono inaridite e i terreni duri in superficie, ovvero meno capaci di assorbire la troppa pioggia prevista.

Ecco perché si potrebbe passare, come per magia, al problema opposto in modo davvero brusco. Eventuali probabili precipitazioni molto intense rischiano insomma di provocare facilmente forti disagi, chiaramente connessi al dissesto idrogeologico. Quindi non solo inondazioni ed allagamenti lampo, ma anche frane e smottamenti durante gli eventi piovosi più importanti.

Non solo, nelle ultime settimane abbiamo spesso trattato il problema dei gravi incendi, connessi alla siccità, che hanno distrutto migliaia di ettari di bosco nelle valli piemontesi ed anche in Lombardia. Queste aree appena percorse dal fuoco sono ancora meno pronte a ricevere l'acqua e a raccoglierla nel modo più adatto. Se pioverà troppo intensamente, l'acqua non verrà assorbita e trattenuta.

Le previsioni meteo prospettano d'altronde che le piogge più intense potrebbero accanirsi nelle aree dove la siccità è più importante, ovvero anche in quelle zone dove a settembre di pioggia ne era caduta ben poca. Sarebbe insomma un disastro e l'Italia si troverebbe di nuovo a che fare con il problema ormai cronico allorquanto piove troppo! Staremo a vedere!

In conclusione, i benefici attesi da questa perturbazione potrebbero essere in qualche modo compromessi dalla pioggia troppo intensa e dalla lunga siccità, non solo legata al mese di ottobre. Sarebbero servite piogge graduali e non una perturbazione forte che minaccia grandi quantitativi di precipitazione tutti insieme. Ma si sa, è la Natura e non possiamo certo comandarla.

Mauro Meloni

5 novembre 2017 - ore 18:12