logo tempoitalia

Meteo News - Meteo 15 giorni

Meteo dell'anno nuovo: bufere di neve in molte regioni d'Italia

Le linee di tendenza per i primi giorni del 2020 prospettano condizioni meteo invernali. Ormai sono numerose le proiezioni espresse dei modelli matematici che indicano un raffreddamento dell'Europa, e di conseguenza anche dell'Italia.

Credit iStock.

Già il finire dell'anno vedrà sulle regioni centro-meridionali un brusco cambiamento delle condizioni meteo, con la possibilità di bufere di neve sino a quote molto basse. Non è da escludere che la neve possa persino raggiungere la costa.

Ma nel seguito, stando alle attuali proiezioni dei calcolatori, il cambiamento che si potrebbe verificare ad inizio anno sarebbe causato soprattutto dall'espansione di aria di origine artica verso sud, associato a nuove profondissime aree di bassa pressione, che sarebbero causa di ondate di maltempo.

L'ingresso di nuove aree di bassa pressione molto profonde, anzi profondissime, se non di piccoli cicloni oceanici (non uragani devastanti, sia inteso), non è così infondata, soprattutto se consideriamo ciò che è avvenuto in questi ultimi due mesi.
Quindi teniamone conto anche del tempo che ha fatto per analizzare il tempo che farà, considerando che l'aria gelida della Siberia per il momento staziona ad'est degli Urali, e non parrebbe in condizioni di portarsi persino sull'Europa centrale e mediterranea.

Quindi appare decisamente più credibile l'evento di cui abbiamo parlato prima, ovvero l'ingresso di aria artico marittima verso le regioni europee occidentali  e parte dell'Italia. Questa massa d'aria non è gelida come quella che giungere dalla Russia, ma tuttavia, anche con in considerazione del fatto che è associata maltempo, può essere causa di nevicate a quote molto basse, soprattutto nelle regioni settentrionali.

E se il 13 dicembre la neve ha fatto una timida comparsa sul Nord Italia, e parliamo della Valle Padana, questa potrebbe essere in condizione di giungere copiosa con il nuovo mese, ciò anche perché la temperatura media di gennaio è più bassa di quella di dicembre, ed anche per altri fattori che sarebbe lungo in questa sede esporre.

Si andrebbe forse verso una fase di pseudo normalità climatica, anche se la linea di tendenza sembra consolidarsi verso quella di avere temperature sovente superiori alla media, e di conseguenza altre abbondantissime nevicate nella regione alpina. Mentre anche copiose piogge laddove la temperatura sarà più mite.

Gennaio non è un mese molto piovoso, al Nord Italia si registra il picco minimo di piovosità annua. Ciò come media climatica, ma come sappiamo il clima fluttua e cambia, quindi si possono verificare importanti novità.

Comunque, ora come ora abbiamo espresso quello che il nostro pensiero sulla base degli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici.

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d'Italia, oppure vai su CERCA la tua localita' nel campo form in alto alla pagina:
- ANCONA

- AOSTA

- BARI

- BOLOGNA

- CAGLIARI

- CAMPOBASSO

- CATANZARO

- FIRENZE

- GENOVA

- L'AQUILA

- MILANO

- NAPOLI

- PALERMO

- PERUGIA

- POTENZA

- ROMA

- TORINO

- TRENTO

- TRIESTE

- VENEZIA

Federico De Michelis

24 dicembre 2019 - ore 08:00

Cerca per tag: aria fredda artico marittima burrasche oceaniche calo temperatura