Meteo News - Focus Meteo

Il meteo avverso e freddo del dicembre 2017. Non è storia, ma la previsione

Focus che rappresenta la complessa evoluzione meteo che si prospetta sopratutto tra il 9 - 13 Dicembre. Base grafica fonte wxcharts.eu. Elaborazione grafica Tempo Italia.

Tendenza meteo. L'Italia è interessata da una forte area di alta pressione che ben presto sarà*demolita*da una prima*perturbazione* oceanica che trascinerà dal Nord Atlantico ulteriore*aria fredda artico marittima*, che determineranno un nuovo*peggioramento* del tempo sul nostro Paese. Ma il treno di*perturbazioni* oceaniche potrebbe proseguire anche nei giorni successivi, con la formazione di un*centro di bassa pressione sull'Italia* che favorirebbe*precipitazioni diffuse anche sul Nord Italia*, dove a causa delle basse temperature si potrebbero verificare*diffuse e forti cadute di neve*.

La*prima perturbazione* determinerà una nuova*burrasca* su tutti crinali alpini, oltre che un*peggioramento* nelle Venezie e soprattutto dell'alto versante adriatico. Il*maltempo* dovrebbe interessare anche le regioni tirreniche. Ovunque si tratterà di una fugace fase di meteo avverso, comunque associato a*forte e freddo vento di nordovest*.

Come spesso avviene in queste situazioni*l'Italia nord occidentale* sarà protetta dall'arco alpino, cosicché il passaggio della perturbazione sarà associato a condizioni meteo generalmente buone o al più a cieli attratti nuvolosi con qualche precipitazione. Attenzione, di*crinali alpini ci saranno venti molto forti.*

La nuova serie di perturbazioni dovrebbero transitare tra i 10 e il 13 dicembre e causare*diffuso meteo avverso* sull'Italia, con una delle*maggiori ondate di maltempo* degli ultimi mesi.

La peculiarità di questa fase dell'inverno meteorologico è quella di essere caratterizzato da*temperature generalmente sotto la media*, inoltre le masse d'aria che giungeranno sono*ancor più fredde di quelle attualmente presenti*.
Il mix di tali condizioni favorirebbe*condizioni ideali per nevicate a bassa quota nelle regioni centrali della Sardegna*, e come detto in pianura*Nord Italia*.

Si consideri, però che*quando giunge una perturbazione* si verifica anche un*temporaneo flusso di aria più mite*, perciò in una prima fase del peggioramento si avrà un aumento della temperatura, seguito poi da un repentino abbassamento. In*Valle Padana* tali cambiamenti saranno ammorbiditi dalle*barriere montuose* che attenuano il ricambio d'aria. In questa parte d'Italia si è ormai formato quello che viene chiamato*il cuscinetto di aria fredda.*

Ancor più avanti nel tempo, si potrebbe manifestare una situazione ideale per la*prima irruzione di aria fredda di origine continentale* che porterebbe una*fase di gelo* soprattutto nelle regioni settentrionali, dove la temperatura scenderebbe ulteriormente.

L'aria*fredda di origine continentale* non è mitigata dall'Oceano, come invece avviene con l'aria fredda che viene dal*Mar Glaciale Artico*, la quale è chiamata*aria fredda artico marittima*, per rammentare che è mitigata dal mare e a sua volta dalla*Corrente del Golfo*.

L'aria fredda di origine continentale dovrebbe giungere la prossima settimana da*Nord Est con una burrasca di Bora* nella zona di Trieste e nell'alto Adriatico, vento freddo di*Tramontana* nell'Italia centrale.

In questa fase le precipitazioni dovrebbero cessare su buona parte d'Italia, anche se nelle regioni*adriatiche parte del Sud* nei versanti esposti a nord est, potrebbero di nuovo ripresentarsi per l'umidità rilasciata dal mare Adriatico. In tale circostanza potrebbe*cadere la neve a quote estremamente basse, quasi la costa.*

Insomma, il*mese di dicembre 2017 sta per rivelarsi anche peggiore di quanto avevamo delineato* qualche giorno fa nelle previsioni meteo climatiche sino a Capodanno, e come quotidianamente, e più volte al giorno vi scriviamo nel bollettino meteo climatico sino a 15 giorni, dove delle delineiamo le linee di tendenza a lungo termine.

Anche stavolta*rammentiamo* che tutte le previsioni meteo a lungo termine, soprattutto quelle che prospettano condizioni meteo estreme, di marcata variabilità come quelle che abbiamo descritto, sono soggette alla necessità di essere*confermate nei prossimi giorni*.

Redazione Tempo Italia

6 dicembre 2017 - ore 09:59