Meteo News - Focus Meteo

Meteo estremo su Alpi, prospettive per fortissime nevicate

Viviamo un altro periodo che sta mostrando un'estremizzazione meteo climatica. Anche se le temperature sull'Italia sono elevate per il periodo, non sono eccezionalmente alte, con il tepore che è generato da una Bassa Pressione che si alimenta di calore dal nord Africa. Non ci sono le Alte Pressioni degli altri anni che davano siccità e tempo stabile, ma una situazione meteo che è più consona al semestre freddo, anche se poi di inverno né ha perso le caratteristiche.

Tempo fa il MeteoGiornale.it scrisse: "Europa, è atteso il susseguirsi in ingenti burrasche".

Ebbene, alla luce dei fatti, la previsione meteo climatica è stata perfetta: da settimane il Vecchio Continente è bersagliato da intense Basse Pressioni che sono causa di forti venti e burrasche, con venti che hanno raggiunto le raffiche di uragano. Venti ben oltre i 150 km orari sono stati misurati anche in alcune località d'Italia.

E ora ci aspettiamo un rilevante cambiamento che porterà ad una condizione di incombente estremizzazione meteorologica nelle regioni alpine, specie quelle occidentali.

Questo non è allarmismo, bensì un'analisi di fatti avvenuti e previsioni meteo. Le cronache descrivono di quanto è avvenuto questi giorni a Cervinia in Valle d'Aosta, dove una delle perle turistiche delle Alpi, per circa 24 ore, ha tenuto in ostaggio circa 10mila turisti.

Nella località alpina erano cadute badilate di neve, si parla di 2 metri (i nivometri indicano un manto nevoso di oltre 160 cm in paese), e le condizioni meteo non erano favorevoli all'assestamento del manto nevoso così c'erano state diverse slavine, e per motivi precauzionali era stata chiusa la strada che porta verso la bassa valle.

La montagna, ancora una volta si fa sentire con la voce grossa, e rammenta che dobbiamo rispettare le avversità meteo che in quelle località sono ben differenti rispetto a quelle che abbiamo nelle nostre città e paesi.

E dopo l'evento di cui vi abbiamo parlato, ora c'è la previsione meteo che è davvero poco rassicurante: una bassa pressione si avvicinerà all'Italia e sta già determinando le prime nevicate. Ma il tempo volgerà ben presto alla bufera nelle montagne.

I modelli matematici di previsione meteo suggeriscono accumuli ingenti: domenica 7 gennaio a Cervinia sono attesi 7 cm di neve, lunedì 31 cm, martedì circa 50 cm, ovvero circa 1 metro di neve sopra quella appena caduta.

In Piemonte, al Sestriere, dove fin sino alla zona di Bardonecchia c'è tantissima neve, sono previsti almeno 150 cm di neve.
Addirittura, a Bardonecchia in una prima fase, l'aria mitissima potrebbe portare la pioggia.

In Trentino, a Madonna di Campiglio, potrebbe essere la giornata i martedì a vedere una super nevicata, con stime di oltre 1 metro di neve in 24 ore.

Insomma, le condizioni meteo ancora una volta presentano importanti avversità.

Piero Luciani

6 gennaio 2018 - ore 18:51