logo tempoitalia

Meteo News - Editoriali

Meteo FEBBRAIO: Alta Pressione nel gelo siderale della SIBERIA

Il meteo di febbraio potrebbe essere influenzato la sensibile rinforzo dell'alta pressione siberiana, a cui è associato il grande freddo che si sta verificando ad est dei monti Urali,  soprattutto nella parte orientale della Siberia, dove la colonnina di mercurio è scesa sotto i -60° centigradi.
Per altro, alcuni termometri hanno misurato in stazioni meteo non ufficiali -70° centigradi. Tale valore non riteniamo sarà convalidato come dato di riferimento.

Foto credit AdobeStock.

La situazione atmosferica di tutto l'Emisfero sta per subire una sorta di sconquasso, ciò dovrebbe avvenire - non prima di due settimane - per effetto delle seguenti manovre:

la stratosfera sta per scaldarsi sensibilmente, raggiungendo temperature anche di 30° centigradi sopra la norma. Ciò è un evento predittivo per ondate di gelo alle medie latitudini.

La banchisa polare quest'anno è particolarmente estesa, ed è quasi prossima alla norma, evento tra i maggiori degli ultimi decenni. La causa deriva dalle forti tempeste favorite dal vortice polare di eccezionale intensità.
La mappa che vedete sotto, traccia l'estensione dei ghiacci polari.

Le medie latitudine del nostro Emisfero sono interessate da temperature diffusamente superiore alla norma ormai da mesi, questo determina temperature dei mari superiori più elevate della norma. In genere sono oltre la norma anche quelle dell'aria.
Come noterete dalla mappa che segue, la temperatura nelle terre emerse delle medie latitudini del nostro Emisfero, è generalmente sopra la media.

Eventuali ondate di freddo innescate dalla serie di elementi che abbiamo indicato qui sopra, andrebbero a interagire tra loro generando profonde aree di bassa pressione foriere di maltempo e nevicate, con la possibilità anche di bufere.

Non siamo in grado di sapere se anche l'Italia sarà coinvolta da meteo estremo invernale, ma è altamente probabile che anche nel nostro Paese si concretizzi un cambiamento importante rispetto a gennaio, indirizzando le condizioni meteo verso situazioni invernali anche rigide.

Al momento siamo nella fase che precede quella predittiva, attualmente vari meteorologi di fama mondiale stanno osservando la situazione ed evoluzione delle masse d'aria nel nostro Emisfero, dove si susseguono notevoli anomalie che potrebbero dare quindi luogo a fenomeni meteo estremi.

Troppo prematuramente si grida all'inverno finito, quando il mese di febbraio è solitamente un periodo particolarmente instabile, con la predisposizione a ondate di freddo. Peraltro anche la prima parte di marzo non è insolita avere ondate di freddo e nevicate tardive anche sull'Italia fino alla pianura. C'è una particolare incidenza di eventi freddi  nella Penisola e le Isole Maggiori.
Il riscaldamento globale non è in grado di annullare eventi del genere, anche se è innegabile che da troppo tempo la temperatura media di molte stagioni, è sopra la media.

Il nostro approfondimento è esclusivamente finalizzato ad analizzare gli elementi dell'atmosfera che sono predittivi di novità, e che potrebbero verificarsi durante il mese di febbraio, se non anche in parte a marzo.  Non vi stiamo annunciano neve e freddo in Italia.
Ogni ipotesi, ad ora sull'evoluzione a lungo termine, necessiterà di avere  conferma, ci aggiorneremo prestissimo.

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d'Italia, oppure vai su CERCA la tua localita' nel campo form in alto alla pagina:

- ANCONA
- AOSTA
- BARI
- BOLOGNA
- CAGLIARI
- CAMPOBASSO
- CATANZARO
- FIRENZE
- GENOVA
- L'AQUILA
- MILANO
- NAPOLI
- PALERMO
- PERUGIA
- POTENZA
- ROMA
- TORINO
- TRENTO
- TRIESTE
- VENEZIA

Federico De Michelis

26 gennaio 2020 - ore 09:43