logo tempoitalia

Meteo News - Focus Meteo

Meteo Giugno smisuratamente esplosivo: aria dal Polo Nord e dall'Africa

Si andrebbe profilando l'evoluzione meteo alquanto insolita: se durante la primavera e l'inverno abbiamo osservato scarsi contrasti termici e soprattutto una circolazione atmosferica praticamente bloccata, dove l'aria polare rimaneva intrappolata dal vortice polare, durante la primavera ci sono state improvvise irruzioni d'aria fredda, con la neve caduta fuori stagione in alcune località.

Il mese di giugno potrebbe essere influenzato da anomalie climatiche che si stanno già verificando nell'area polare, dove sta risalendo da sud aria insolitamente mite. La conseguenza di ciò e che l'aria fredda potrebbe quindi farsi spazio verso latitudini più meridionali, e influenzare negativamente le condizioni meteo ormai estive dell'emisfero Nord.

Contestualmente appare piuttosto vigoroso l'apporto di aria calda verso nord, non solo dal Nord Arica, ma anche in altre aree del nostro Emisfero.

I forti contrasti termici hanno innescato un tifone di estrema violenza, che interessato le regioni del Golfo del Bengala. Un mostro che ha raggiunto categoria 5, che ha devastato ampi territori.
Peraltro, il primo tifone si è verificato piuttosto precocemente. Così, prematuramente si stanno verifica la genesi di cicloni in Oceano Atlantico, in prossimità delle coste americane.

La nostra attenzione è per l'Europa, dove osserviamo, nelle proiezioni a lungo termine, l'alternarsi di masse d'aria fredda e calda che in certi tratti potrebbe essere estremamente vicina, e ciò è generalmente indice del rischio di forti temporali, grandinate e anche di trombe d'aria.

Non vi stiamo annunciando un cataclisma e le devastazioni che succedono nel Nord America a causa di tornado. Tuttavia l'evoluzione meteo che si potrebbe realizzare è decisamente insolita per il nostro Continente, ed è degna di attenzione, in quanto vagamente somiglia a ciò che si osserva nel Nord America, e che poi provoca intense burrasche.

In questi giorni abbiamo osservato temporali di eccezionale intensità sui Balcani, dove si sono verificate grandinate devastanti, con chicchi grossi anche 5-6 cm di diametro (tali fenomeni si verificano ogni anni). Però, in coincidenza di forti contrasti termici si potrebbero verificare temporali eccezionalmente intensi.

Circa una settimana, fa un nubifragio di eccezionale violenza ha interessato la zona di Milano, dove sono caduti in poche ore dai 100 ai 200 mm di pioggia. I fenomeni meteo così intensi sono originati da contrasti termici, e se il trend continuerà, i mese di giugno potrebbe vedere fenomeni localmente molto intensi.

Insomma,  si potrebbe passare da fasi molto calde, a periodi con temperature anche sotto la media e temporali piuttosto violenti, soprattutto le regioni settentrionali italiane. Nelle Alpi potrebbe anche tornare la neve in alta quota.

 
Rammentiamo che le previsioni meteo con validità sino a 5 giorni hanno una maggiore affidabilità rispetto a quelle a più lungo termine.
 

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d'Italia:
 
- ANCONA

- AOSTA

- BARI

- BOLOGNA

- CAGLIARI

- CAMPOBASSO

- CATANZARO

- FIRENZE

- GENOVA

- L'AQUILA

- MILANO

- NAPOLI

- PALERMO

- PERUGIA

- POTENZA

- ROMA

- TORINO

- TRENTO

- TRIESTE

- VENEZIA

Giovanni Fontana

25 maggio 2020 - ore 23:04

Cerca per tag: burrasche estive contrasti termici irruzione aria fredda meteo giugno ondate di caldo temporali intensi