Meteo News - Meteo News

NASA, Meteorite Sardegna, dimensioni preoccupanti: è stata la maggiore mai censita in Italia

Il sito web americano della NASA che censisce tutti i bolidi, o Meteoriti che raggiungono l'atmosfera terrestre, ha appena pubblicato i dati del Meteorite che ha illuminato i cieli della Sardegna il 16 agosto 2019.
I valori che emergono sono preoccupanti, anche se non c'è stato alcun pericolo per le persone.

Il meteorite aveva un diametro tra i 160 cm e 200, la deflagrazione è iniziata sui cieli della Sardegna, o appena ad ovest. Non appena a contatto con l'atmosfera il meteorite è presumibilmente esploso a circa 120 km dalle coste occidentali della Sardegna, probabilmente raggiungendo il suolo in mare aperto.

Dal database della NASA risulta essere il secondo evento tra i più potenti dal 1988 ad oggi avvenuti nel Mediterraneo occidentale, ed il maggiore mai censito in Italia. Per altro, risulta tra i maggiori impatti avvenuti in Europa.

Secondo le stime dell'Imo, l'Organizzazione Mondiale Meteore, aveva una massa di 4 tonnellate e un raggio di poco meno di 2 metri, ovvero ben più delle prime stime effettuate il giorno dopo l'evento.

L'energia di impatto generata dal bolide è stata di 0,089 kt, mentre un altro bolide, nel dicembre 2013, in prossimità delle Baleari produsse un'energia di 0,43 kt.

A Nord della Libia, nel 2002 si ebbe un evento di 8,8 kt.

Il maggiore evento censito è quello del 15 Febbraio 2013 di 443 kt in Russia, in prossimità di Čeljabinsk, la cui onda d'urto causò circa 1500 feriti. Ma attenzione, il 18 Dicembre 2018, ad est della Penisola di Kamčatka c'è stato un impatto devastante di 173 kt.

Ma l'aspetto davvero non trascurabile è che la Terra, in circa 30 anni è stata colpita da circa 8000 bolidi, censiti dalla NASA, dalle dimensioni non trascurabili, taluni in grado di causare danni.

Da qui la necessità di attivare, come evidenziato dalla direzione della NASA, con un comunicato dai toni allarmistici, un servizio di monitoraggio ben più sofisticato di quello attuale, anche sia in grado di deviare eventuali Meteorite pericolose.

Un evento come quello della Tunguska, località della Siberia, avvenuto la mattina del 30 giugno 1908, per fortuna in una zona allora quasi disabitata, causò un'esplosione di tale violenza da generare uno spostamento d'aria che a 600 km di distanza fece deragliare un treno. Nella zona, milioni di alberi furono abbattuti.

La NASA evidenzia da tempo che se un bolide di tale portata si abbattesse in un'area densamente abitata, sterminerebbe milioni di persone in pochi istanti.

Giovanni De Luca

19 agosto 2019 - ore 20:08